Produrre Agripellet a partire dai sarmenti di vite

La produzione di pellet a partire da materiale differente dal legno vergine è un aspetto che ha calamitato sempre più attenzioni e sviluppato ricerche in ambito scientifico; come ricordato in un precedente post su pellet-blog qualcosa si è mosso anche in ambito europeo attraverso il progetto Mix BioPells tramite il quale si intende percorrere strade di produzione di pellet a partire da residue dell’attività agricola.

All’interno del progetto Mix BioPells si sono svolte prove di produzione di Agripellet a partire da sarmenti di vite; in sintesi è stato allestito un campo prova in provincia di Verona in cui sono intervenuti alcuni attori della filiera di produzione ed utilizzo di pellet da tralci di vite; in particolare la filiera prevede la raccolta dei trlaci, la loro lavorazione e sminuzzamento per produrre segatura con la quale ottenere per compressione il pellet.

Di non marginale importanza è quella di verificare la possibilità di utilizzare il pellet in piccoli apparecchi domestici alimentati a pellet e monitorare allo stesso tempo la qualità delle emissioni; al di la dei risultati che deriveranno dalle ulteriori analisi legate alla combustione del materiale è da rimarcare come l’intero campo sperimentale è stato allestito direttamente presso il campo in cui sono state raccolti i tralci di vite in quanto tutte le macchina ed i macchinari hanno utilizzato l’energia fornita tramite  un giunto cardanico, da due trattori presenti sul luogo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *