Sostanze inquinanti nel pellet proveniente dalla Cina

Qualche anno fa a creare scalpore fu la notizia di pellet radioattivo proveniente dalle regioni dell’est europeo, ed in particolare dalla Lituania, ben più recente è invece la notizie del sequestro di oltre 86 quintali di pellet proveniente dalla Cina e destinato ad una società italiana con sede in provincia di Taranto che avrebbe dovuto commercializzare il pellet.

I militari della Guardia di Finanza di Napoli in collaborazione con i funzionari dell’Ufficio Antifrode delle Dogane di Napoli 1 hanno sequestrato i sei container con all’interno ilo materiale in quanto rivelatosi  come prodotto pericoloso per la salute, in quanto contaminato da sostanze inquinanti dopo le analisi condotte dall’Università Federico II di Napoli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *