L’ European Pellet Council (EPC)

Il mercato del pellet di legno è uno dei settori della biomassa che ha avuto il maggior incremento negli ultimi anni; occorre quindi che tutti gli attori coinvolti cerchino di rimanere aggiornati sull’argomento e soprattutto occorre far conoscere lo stato dell’arte alle istituzioni che debbono tenere nel giusto merito tale forma di energia rinnovabile.

Nel mondo la produzione annua di pellet si aggira attorno alle 12 milioni di tonnellate nel 2010 e potrebbe crescere fino a oltre 100 milioni di tonnellate entro il 2020. L’Europa è attualmente il più grande mercato dei pellet. In conseguenza dell’ aumento significativo del ruolo di pellet come fonte di energia rinnovabile, le associazioni di pellet nazionali di Austria, Finlandia, Francia, Germania, Ungheria, Italia, Portogallo, Spagna, Svezia e Svizzera hanno deciso di creare una piattaforma comune europea – il Consiglio europeo del pellet (EPC), che sta per essere organizzato nel quadro della AEBIOM.


La riunione costituzionale del pellet Consiglio europeo ha avuto luogo il 1 ° luglio, durante la Conferenza europea AEBIOM Bioenergy a Bruxelles. Rakos Cristian da proPellet Austria è stato eletto all’unanimità come primo presidente di EPC e comunica quanto segue: “I pellet offrono grandi opportunità per espandere l’uso delle energie rinnovabili in Europa. Pellettizzazione è tra i modi più economici ed efficienti per convertire la biomassa in combustibile, con densità di energia elevata e costante qualità. L’Europa è un mondiale in termini di dimensione del mercato e in termini di tecnologie. Questo significa, che l’aumento l’uso di pellet non è solo vantaggioso per l’ambiente ma anche per l’economia”.
Il Consiglio europeo del pellet ha i seguenti obiettivi principali: dare un contributo significativo affinché il settore pellet in Europa possa essere il traino per fare aumentare l’uso delle energie rinnovabili in Europa e inoltre discutere con i decisori politici europei su come le politiche potrebbero essere migliorate per facilitare un rapido sviluppo del mercato. Il Consiglio europeo del pellet costituirà anche una piattaforma per il settore pellet al fine di discutere le questioni che devono essere gestite nella transizione da un prodotto di nicchia a merce di energia.

Tali questioni comprendono la standardizzazione e la certificazione dei pellet qualità, la sicurezza, la sicurezza dell’approvvigionamento, istruzione e formazione, e la qualità del pellet testamentarie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *