Le caldaie a pellet: alcune considerazioni

Il pellet può essere utilizzato nelle caldaie a cippato o in caldaie appositamente progettate. In genere le caldaie a pellet sono automatizzate, di grande semplicità d’uso e in grado di fornire un elevato livello di comfort.

Le caldaie a pellet sono dotate di un contenitore per lo stoccaggio del combustibile situato vicino alla caldaia; da qui i pellets vengono prelevati da un coclea che li trasporta nella caldaia per la combustione. I bruciatori per pellet si applicano sulla parte anteriore della caldaia e vengono alimentati dall’alto; il combustibile brucia generando una fiamma orizzontale che si proietta nella caldaia.

L’accensione, per mezzo di una resistenza elettrica, è automatica e molto rapida. Nei sistemi più avanzati la regolazione dell’aria comburente e del flusso di combustibile sono effettuati automaticamente per mezzo di un microprocessore.

Per la sicurezza di una caldaia a pellet vi sono dispositivi contro il ritorno di fiamma del bruciatore verso il serbatoio; il sistema più diffuso consiste nel porre tra la coclea e la caldaia un tratto (tubo flessibile) di caduta libera del pellet.

Le caldaie a pellet di piccola taglia sono dotate di un serbatoio per il combustibile di capacità limitata a qualche centinaio di litri; nei sistemi più economici questo contenitore viene caricato a mano svuotandovi i sacchetti di pellets. Tuttavia l’autonomia di funzionamento, anche con queste macchine più semplice, è di qualche giorno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *